Diversamente abili

Ho scelto di mettere in primo piano il mio lavoro con le persone diversamente abili perché è un lavoro che mi appassiona e che mi ha fatto scoprire relazioni importanti e molto preziose. Da anni lavoro, attraverso diversi progetti, con persone con disabilità fisiche o cognitive e trovo molto stimolante cercare di adattare gli strumenti e i metodi ai punti di forza e alle aree di miglioramento delle persone con disabilità.

Nei laboratori per le scuole, cerco di portare particolare attenzione all'integrazione del bambino con disabilità all'interno del gruppo classe e di far risaltare le sue abilità peculiari proponendo giochi, attività ed esercizi che possano mostrare la persona sotto nuove prospettive.

Per quel che riguarda i laboratori privati, considero due possibilità: la prima è quella di comporre gruppi misti e inserire persone diversamente abili in laboratori con normodotati della stessa età; la seconda è quella di costituire laboratori dedicati esclusivamente a persone con disabilità, perché ritengo importante e ricco anche il confronto tra pari.

Per quel che riguarda le sessioni di counseling, a mio avviso, non si può parlare di counseling vero e proprio in presenza di ritardo cognitivo, ma è possibile strutturare dei progetti individualizzati di tipo educativo in senso lato.

Cerca